Dolendo novit mortalis vitam


Dolendo discit mori mortalis

venerdì 18 aprile 2014

Gli Dei di Mosca

"Gli Dei di Mosca" ("Dancing with Bears") di Michael Swanwick è uscito ieri per Antonio Tombolini Editore. Si tratta del primo romanzo della collana Vaporteppa diretta da Marco Carrata aka "Duca di Vaporteppa e di Baionette" (www.steamfantasy.it/ e www.agenziaduca.it/) e dedicata alla narrativa fantastica di qualità.
"Gli Dei di Mosca" è disponibile in ebook in tutti i maggiori store online (UltimaBooks, Amazon, IBS, KoboBooks, Bookrepublic, Mediaworld... )  al costo di 4,99 Euro. L'edizione cartacea, invece, uscirà tra un paio di settimane.

Riuscire ad accaparrarsi un romanzo di un autore del calibro di Swanwick è stato un colpo da maestro, non c'è che dire! E sono certo che le altre uscite della collana riserveranno altre sorprese, sia per quanto riguarda le traduzioni sia per quanto riguarda i romanzi inediti italiani.
Ecco il commento del Duca:
Scegliere un romanzo di Swanwick ha significato sottoporsi a costi molto maggiori rispetto a un romanzo italiano. Non lo abbiamo fatto perché speriamo di guadagnare “di più” (anche se evitare di andare in passivo non ci farebbe schifo), ma perché questo titolo rappresenta bene quel tono un po’ cialtrone e quelle ambientazioni vagamente ottocentesche che vorrei vedere nelle future opere di Vaporteppa.
In più Swanwick è un autore, come ricordato pochi giorni fa anche sul blog di Urania (che ringrazio per aver messo in eBook "Ossa della Terra"), che non ha la giusta diffusione e il giusto riconoscimento in Italia. Solo alcuni dei suoi romanzi sono stati tradotti e questo, il meno fantastico/fantascientifico, non lasciava presagire speranze di apparire dopo quasi tre anni dalla pubblicazione originale… o lo portavamo noi o chissà quando sarebbe apparso!
Insomma, Marco Carrara continua a distinguersi per coraggio e competenza. Ora sta a noi lettori permettere che la collana Vaporteppa sopravviva. Siete stufi di leggere pessima narrativa fantastica? Siete stufi degli editori codardi e/o incompetenti? Siete stufi di lamentarvi per la pessima qualità del fantasy italiano? Allora comprate i romanzi di Vaporteppa!

Titolo: Gli Dei di Mosca
Titolo originale: Dancing with Bears
Autore: Michael Swanwick
Traduttore: Emilio Zanchi
Generi: Fantascienza, Fantasy
Sottogeneri: Science fantasy, Post-apocalittico, Steampunk, Biopunk
Illustrazione di copertina: Manuel Preitano
Lunghezza:  111.500 parole (circa 388 pagine)
ISBN: 978-88-9892-405-9
Trama: 
In un futuro post-apocalittico dal sapore ottocentesco, in cui Internet non esiste più…
Darger e Surplus sono due truffatori gentiluomini: Darger è un malinconico amante dei libri antichi; Surplus un cane geneticamente modificato per comportarsi come un uomo. Con l’inganno si sono uniti alla carovana dell’ambasciatore di Bisanzio per raggiungere sani e salvi Mosca, dove intendono dare vita a una truffa ai danni del Duca. Però il Duca non è un personaggio così facile da avvicinare, nonostante il dono che gli stanno portando: sette donne bellissime, create solo per soddisfarlo.
Darger e Surplus si troveranno nel mezzo di una rete di intrighi tra fanatici religiosi, politici affamati di potere, macchine viventi che odiano il genere umano e perfino Lenin ritornato ad arringare le folle. Riusciranno i due truffatori gentiluomini a cavarsela?
Autore:
Michael Swanwick (Schenectady, 18 novembre 1950) è uno scrittore statunitense vincitore di cinque Premi Hugo, un Premio Nebula e un Premio Alex.
Swanwick si è distinto per la sua fantasia e la sua originalità sia in ambito fantasy sia in ambito fantascientifico. Stilisticamente non è il massimo (è spesso troppo barocco), ma si lascia leggere senza problemi e i contenuti compensano ampiamente.
Il suo romanzo "La Figlia del Drago di Ferro" (o "Cuore d'Acciaio") è sicuramente una delle opere che più ha innovato e influenzato il fantasy degli ultimi anni. Altri romanzi famosi di Swanwick sono "I Draghi di Babele", "Jack Faust", "L'intrigo Wetware" ("Vacuum Flowers"), "Domani Il Mondo Cambierà" ("Stations of the Tide") e "Ossa della Terra".

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Sembra notevole! :D

Dama Oscura ha detto...

L'ho letto in inglese tempo fa, la traduzione com'è?

M. G. Prometheus ha detto...

Ottima! Anzi, secondo me la versione italiana è migliore di quella inglese. ;)

Posta un commento